Torta di cipolle

In un famoso supermercato, ogni tanto fanno una settimana dedicata a prodotti della cucina estera… questa volta era la “settimana francese” e come poteva mamma fare a meno di far scorta di quasi tutto?!?!? :p

Ha provato ad acquistare anche questa “torta di cipolle” che non era già pronta (a differenza di altre cose come la torta con le mele), ma c’era la busta con gli ingredienti per la pasta della base e del ripieno e poi altro lo abbiamo aggiunto noi a piacere (un po’ di pancetta per darle sapore).

Era proprio buona e penso che andrò a indagare su internet per trovare la ricetta originale per rifarla ex novo da sola 🙂

Pain polaire (simil-piadinette francesi)

Mia mamma, nata in Francia, continua a bazzicare, grazie a internet, questo bellissimo paese ed è abbonata a un sito che manda spesso ricette.
Sapendo la mia passione, quelle che le piacciono di più me le inoltra… ovviamente perché poi io gliele faccia! :p

Ecco qui una di queste, una ricetta facile da fare, ma molto buona… mi perdoneranno le amiche emiliane se oso definirle più o meno come piadine 🙂

La ricetta originale la trovate qui, ma per chi non sapesse il francese, in basso sotto le foto la mia traduzione 🙂

 

Ricetta facile

Per 4 persone :

  • 500 g di farina 00
  • 200 ml di acqua
  • 1/2 cubetto di lievito di birra (o una bustina di quello secco)
  • 60 g di panna da cucina
  • 10 g di zucchero di canna
  • Un pizzico di sale
  • 10 g di semi di finocchio
  • Preparazione : 15 minuti
  • Cottura : 15 minuti
  • Riposo : 140 minuti
  • Tempo totale : 170 minuti

1 Impastare tutti gli ingredienti assieme per 10-15 minuti con l’impastatrice o a mano, fino ad ottenere una palla omogenea (aggiustare eventualmente la quantità d’acqua e di farina), poi lasciar lievitare per un’ora circa. Appiattire la pasta col mattarello e fare dei fori su tutta la superficie con una forchetta. Lasciar riposare 20 minuti in frigo, poi tagliare i dischi della misura di un piattino.

2  Lasciar riposare un’ora. Girare di nuovo i dischi e fare i buchi con la forchetta anche dall’altra parte. Mettere il primo disco in un padellino caldo (senza nessun condimento)

Far cuocere quindi ogni pane a fuoco dolce per circa 30 secondi per lato. La superficie si deve dorare leggermente, ma rimanere chiara.

Lasciar intiepidire il pane e impilarli per evitare che si secchino.

La pasta madre!

Ebbene sì, anche io sono entrata nel club! 😉

La mia amica Elena me ne parlava così spesso che dopo un po’ di ricerche su internet mi sono decisa anche io al “grande passo”!

Eccola qui appena preparata seguendo il procedimento delle sorelle Simili, a questo link.

Ed eccola qui dopo due giorni, al primo rinfresco!

E qui al terzo rinfresco, già bella arzilla!! Con tutte le esperienze negative lette in rete non avrei mai creduto a me sarebbe riuscita al primo colpo, con la fortuna che mi ritrovo!!

E ora non resta che aspettare e cominciare poi a sperimentare un po’ di cosette 😉