Pane di Adriano

Mi mangerei le mani quando faccio le foto di qualcosa, lo metto in una cartellina chiamata “pane di Adriano” e però non mi scrivo quale!!

Adriano è solo uno, ma i suoi tipi di pane sono tanti!…

Anche senza sapere quale sia, metto lo stesso le foto perché quando mi vengono questi buchi qui sono troppo contenta! 😀

Pane facile facile di Paoletta :)

Eccovi adesso il risultato dell’esperimento con ldb congelato di ieri! 😀

Avevo un po’ di farina integrale da finire e non sapendo come adoperarla ho chiesto nel gruppo Fb di Paoletta come potessi usarla…

Lei molto gentilmente mi ha consigliato questo suo pane senza il riposo in frigo (avendo, appunto!, fretta) usandola al 25% sulla farina totale ed è venuto una meraviglia!! 😀

Prova LDB congelato!

Non so perché facciano i cubetti di LDB (LievitoDiBirra) di così tanto peso!
Un cubetto di 30g. per me, che ho imparato a fare il pane con 2 soli g., vorrebbe dire 15 panificazioni, ma quanto dovremmo mangiare per consumarne uno entro la scadenza?!
Così mi sono decisa a provare e vedere se fosse vero che funzionava anche da congelato… su vari forum leggevo opinioni discordanti e cosa c’è di meglio che provare, e magari anche sbagliare, da soli?
Così ho fatto la prova!
Ammetto che la prima volta ho fatto lo sbaglio di scioglierlo completamente, ne è risultata una pappetta che non mi son fidata proprio a usare!
Poi invece ho provato a toglierlo e tagliarne subito dal pezzetto congelato i g. che mi servivano. L’odore era il “suo”, quello classico che ha anche da fresco e così mi son fidata di più, l’ho preso e sciolto subito nell’acqua assieme a un cucchiaino di malto. Ho impastato, lasciato riposare in frigo il pane come da ricetta et voilà! Perfetto! Felicissima dell’esperimento riuscito! 🙂

pane-ldb-congelato

Tigelle “rivisitate”

Uno dei “problemi” di quando si ha la pasta madre è, come dicevo in questo post, pensare a come utilizzare quella in eccesso.

Avevo trovato una ricetta fantastica qui, per farci le tigelle!

All’inizio ho seguito scrupolosamente la ricetta, alla fine non ci ho più messo il bicarbonato che non so perché si sentiva troppo (va bene mettercene un pochino quando la pasta madre è ancora giovane e quindi fortemente tendente all’acido, ma man mano non si sente più a forza di rinfrescarla) e ho solo usato il rinfresco lasciandone un pezzo in avanzo per continuare con la pasta madre.

All’inizio le facevo di sola pasta, di forma rotonda e le mangiavamo con formaggio e salumi, poi mi è venuta l’idea di tagliare semplicemente la pasta in rettangoli per risparmiare tempo a reimpastare gli avanzi e aggiungerci già sopra il formaggio che fondesse in cottura; infine di aggiungerci anche un po’ di cubetti di pancetta per dar loro sapore. Alla fine credo che da tigelle si siano trasformate in “pizzelle”, ma sono una bontà!!… che lo dico a fare?!?!? 😉

Pane piuma

Sempre alla ricerca di nuove ricette di pane per usare al meglio la mia pasta madre, ho trovato questa buonissima ricetta molto semplice da fare… il risultato è un pane fantastico appena sfornato! Friabile che si scioglie in bocca e un sapore buonissimo!! Purtroppo già il giorno dopo risulta un po’ elastico, ma si può sempre ovviare dandogli una scaldatina in forno 😉

Tigelle

Il maggior problema della pasta madre è non sapere come usare gli avanzi dei rinfreschi… ecco quindi che viene in aiuto questa fantastica ricetta per farne delle gustose tigelle da mangiare così (se vengono sottili) oppure come companatico (se sono cicciotte e si possono tagliare in mezzo e farcire con formaggi o mortadella!)…! Buone!! 🙂