Torta di susine

A volte ritornano! 😀
Dopo anni abbiamo di nuovo delle susine buonissime che però purtroppo maturano tutte assieme (!!) e così come sempre per smaltirne un bel po’ ecco qui di nuovo la torta di susine con però un’altra ricetta (abbastanza simile alla precedente qui però)!

Ha fatto furore anche tra le mie amiche che l’hanno assaggiata e voluto replicarla subito anche con altri tipi di frutta (mele, pere e pesche) 🙂

Son soddisfazioni!! 😀

Torta per San Valentino

Questa è la torta che ho fatto per la mamma in occasione del suo onomastico!

Ho fatto una base di pan di spagna a forma di cuore con uno stampo in silicone che si può trovare in vendita in molti negozi. Questo mi era stato regalato dalla mamma che l’aveva trovato in offerta appunto per San Valentino 2-3 anni fa da Lidl assieme a un altro stampo con cuoricini più piccoli e delle roselline, tutti molto belli!

La ricetta del pan di spagna l’ho presa da questo video di Greedy, mentre la farcia di crema diplomatica l’ho presa dall’inesauribile sito di Giallo Zafferano, aggiungendoci “di mio” una fialetta di aroma al rum.

La copertura l’ho fatta con uno sciroppo di 50 ml di acqua e 100 g. di zucchero e sciogliendoci poi una tavoletta da 100 g di cioccolato fondente e decorato poi con fiorellini e gel alimentare.

Purtroppo il piatto era troppo piccolo e versandoci la cioccolata ho fatto un po’ di pastrocchio, ma almeno era buona!!

Galette des rois

Quest’anno ho fatto un’altra versione della galletta dei Re Magi che si può trovare qui.

Traduzione:

Per 8 persone :

  • 2 fogli di pasta sfoglia
  • 100 g di burro
  • 125 g di farina di mandorle
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova + 1 per la doratura
  • una manciata di mandorle intere (facoltativo ma buono)
  • Preparazione : 15 min
  • Cottura : 30 min
  • Riposo : 30 min
  • Tempo totale : 75 min

In una ciotola mescolare il burro fuso con lo zucchero e la farina di mandorle. Aggiungere le 2 uova una alla volta dopo averle ben incorporate una alla volta.

Per dare un po’ croccantezza aggiungere una manciata di mandorle a pezzetti.

Srotolare la pasta sfoglia sulla teglia ricoperta di carta forno.

Con un pennello inumidire i bordi della pasta senza sbordare.

Versare la crema di mandorle al centro della pasta. Per gli amanti della tradizione, aggiungete la fava.

Sovrapporre delicatamente la seconda pasta sfoglia. Premere sui bordi con le dita per farla aderire bene a quella sotto e poi ripiegarla verso l’interno fino alla crema in modo da chiuderla bene.

Mescolare l’uovo con un cucchiaino di latte e spennellare una prima volta. Metterla nel frigo per 30 minuti e poi spennellare di nuovo. Attenzione a non sbordare o impedisce alla pasta di lievitare bene.

Con la punta di un coltello disegnare delle diagonali sulla pasta.

Informare a 240°C per 10 minuti, poi abbassare a 180°C per i rimanenti 20 di cottura.